Appuntamento ad Asti il 20 e 21 aprile 2018 per il Convegno “Integrazione  tariffaria nel TPL”, organizzato da Club Italia in collaborazione con GelosoBus.  Al convegno seguirà la visita tecnica Mobilità virtuosa di Langhe e Monferrato nel sistema Piemonte.

Durante il convegno verranno mostrati gli sviluppi e ci sarà l’opportunità di un confronto sui temi della tecnologia e della qualità dei servizi offerti, ai quali la Gelosobus, in collaborazione con i consorzi Grandabus e COAS, rispettivamente delle province di Cuneo e Asti, ha dedicato attenzione e investimenti

La bigliettazione cartacea è stata completamente sostituita dall’elettronica “full contactless” nell’ambito del progetto Regionale Biglietto Integrato Piemonte (BIP), migliorando accessibilità, conoscenza, gestione e promozione dei servizi, realizzando un progetto di infomobilità, e permettendo di certificare qualità e quantità del servizio reso.

Sarà illustrato il riordino della rete TPL extraurbano della Provincia di Asti che partirà nel 2018; ottenuto partendo dall’analisi della domanda, è finalizzato a garantire il perseguimento dei necessari obiettivi di razionalizzazione del servizio, assicurando allo stesso tempo il carattere di universalità, con riferimento a tutti gli ambiti del territorio astigiano.

Verso la vera integrazione tariffaria… E’ in atto la prima fase della sperimentazione proposta dalla Regione Piemonte e resa possibile dall’ormai avviato BIP su tutte le aziende aderenti al progetto, che porterà ad una completa integrazione tariffaria dei servizi di trasporto e della mobilità. I principali obiettivi saranno attrarre utenza, incentivare la fidelizzazione, rendere più evidente la relazione tariffa-qualità dei servizi, favorire integrazione e interscambio modale, garantire un sistema equo mediante la bigliettazione elettronica Bip, autentica.

Nella sessione pomeridiana un originale e profondo dibattito sulla INTEGRAZIONE TARIFFARIA, tema onnipresente da anni in ogni strategia istituzionale e aziendale in quanto fortemente legato a politiche di miglioramento del servizio di trasporto al cittadini, ma con soluzioni adottate fin qui fortemente differenziate in termini sia di stati di avanzamento (al momento l’intero paese ne è ancora carente) sia di caratteristiche. Situazioni territoriali  non omogenee (extraurbane, urbane, miste) situazioni monogestori o plurigestori (autobussistici e/o ferroviarie), tipologie di integrazioni tariffarie diverse intrecciate con vari tipologie di interoperabilità saranno affrontate con Didattiche, soluzioni algoritmiche e best practices fra le più avanzate del paese e potranno fornire un generale contributo ad una migliore conoscenza e consapevolezza di quanto e come una corretta integrazione tariffaria possa contribuire al miglioramento del trasporto pubblico.

Modulo di registrazione

 

Scarica il programma

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn